La Città Vecchia

Il centro storico di Tallinn rientra nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Il particolare valore della città è racchiuso nell’ambiente e nella struttura medievale che qui si sono conservati fino ai giorni nostri, mentre si sono persi nelle altre capitali del nord Europa. Nella città c’è ancora la rete stradale e i confini territoriali formatisi tra l’XI e il XVI secolo.

Grazie alle possenti mura difensive, Tallinn non ha subito sostanziali danni durante le guerre e siccome è stata costruita prevalentemente in pietra, è stata risparmiata da incenti distruttivi.

castello di toompea

Il castello di Toompea

La storia di Toompea è la storia del dominio e del potere in Estonia. Ogni dominatore ha costruito e fortificato questo luogo a seconda delle proprie necessità e i propri gusti. Nell’architettura dell’edificio si riconoscono tre periodi. Le possenti torri e il muro occidentale sono stati costruiti durante il periodo teutonico. Dalla piazza del castello è possibile vedere l’edificio che apparteneva al governo provinciale russo. All’interno del complesso è nascosto il palazzo del Parlamento in stile espressionista, una delle più importanti costruzioni della Repubblica Estone. Sulla torre Pikk Hermann, ad un’altezza di 48 metri, sventola il tricolore estone.

 

 

porta di viruLa porta di Viru

La porta di Viru è stata eretta nella parte orientale delle mura nel XIV secolo. Due secoli dopo c’erano già 8 porte, che in genere si componevano di torri unite da muri. La torre principale della porta era sempre a base rettangolare, le mura della parte esterna erano spesso dotati di una o due torri a base rotonda. Purtroppo non si è conservata la porta avanzata di Viru, che fu demolita nel 1888 per far spazio alla costruzione delle rotaie del tram a cavalli.

 

 

 

grande porta della costa

La Grande Porta della Costa

La Grande Porta della Costa è stata costrutita nel XIV secolo, come le cinta muraria. Due secoli dopo è stata aggiunta la torre d’artiglieria chiamata Margherita la Grassa, una delle prime costruzioni difensive costiere in Estonia. Nei muri di questa peculiare costruzione c’erano 155 feritoie e il diametro raggiungeva i 25 metri. Il nome Margherita la Grassa lo si deve probabilmente alla sua forma, è infatti la torre più robusta della cinta muraria. La torre è stata utilizzata come deposito per armi e munizioni e come prigione. Attualmente ospita il Museo Marittimo Estone. Dal tetto si ha una vista sulla Città Vecchia e sulla baia di Tallinn. La Grande Porta apre il passaggio alla Città Vecchia attraverso la strada più lunga del centro, chiamata appunto Strada Lunga.

 

municipio

Il Municipio

E’ il municipio in stile gotico che si è meglio conservato nel nord Europa. La sua costruzione iniziò nel XIII secolo, l’aspetto attuale dell’edificio è del 1404.

Il municipio ricopre il ruolo di edificio di rappresentanza del governo della città, come museo e sala concerti. Al suo interno, sotto i soffitti a volta, si trovano opere d’arte medievali, tra cui la famose panca intagliata di Tristano e Isotta. In cima alla torre si trova la banderuola segnavento rappresentata dal Vecchio Tomas, uno dei simboli di Tallinn. La prima banderuola, originaria del 1530, è conservata nella seminterrato del Municipio.

 

duomoIl Duomo

L’anno di costruzione della chiesa non si conosce con certezza, ma si ritiene che sia il 1219, quando i danesi conquistarono Tallinn, costruirono subito anche una chiesa sulla collina. Si trattava di una chiesa di legno, l’aspetto attuale è il risultato delle varie ricostruzioni durante i secoli.

Il Duomo è ricco di lapidi, epitaffi, sarcofagi, monumenti funerari e stemmi-epitaffio, creati fra il XII e il XVIII secolo. Il pulpito e l’altare sono opere di uno degli intagliatori estoni più famosi del XVII secolo, Christian Ackermann.

 

 

chiesa sant olafLa Chiesa di Sant’Olaf

Menzionata per la prima volta nel 1267 la chiesa di sant’Olaf deve il suo nome al re norvegese Olaf II Haraldsson. Costruita in stile tardo gotico, con i suoi 159 metri era uno degli edifici più alti del mondo nel periodo tra il 1549 e il 1625. Il campanile andò distrutto in un incendio e fu ricostruito più basso, ora raggiunge i 124 metri d’altezza ed è ritenuto uno dei simboli di Tallinn. In estate è possibile accedere al campanile tramite una stretta scala a chiocciola con 232 gradini e raggiungere la piattaforma panoramica.

 

 

 

cattedrale nevskyLa Cattedrale di Alexandr Nevsky

La chiesa ortodossa, dedicata al principe di Novgorod Alexandr Nevsky, fu costruita nel periodo in cui l’Estonia faceva parte della Russia zarista. Fu eretta nel 1900 proprio dove sorgeva il giardino del Castello di Toompea e già a quel tempo causò lo scontento dell’opinione pubblica. Si riteneva che le cupole non fossero adatte all’architettura della città anseatica, soprattutto essendo la chiesa proprio di fronte al Palazzo del Parlamento. Le proposte per demolirla furono tuttavia abbandonate. Oggi la chiesa è in buone condizioni e attrae molti turisti ogni anno. Nei campanili della chiesa è ubicato il complesso di campane più imponente di Tallinn. E’ costituito da 11 campane fra cui la più pesante di 15 tonnellate. Degli di nota sono i mosaici e l’interno decorato con icone. La Cattedrale Nevsky è sotto il patriarcato della chiesa russa di Mosca.

 

Fonte: Ufficio Turistico di Tallinn